LABORATORI

Le conversazioni, in situazione gruppale, intendono favorire la ricerca del ben-essere psicofisico in un processo di valorizzazione di sé per la realizzazione della propria armonia, frutto di un ricorrente conflitto tra desiderio e timore. 

​Obiettivo: riscoprire aspettative sopite e diventare quello che si è.

EDUCAZIONE SENTIMENTALE

  • Crisi: pericolo e risorsa

  • Donne allo specchio

  • Figli adolescenti: genitori parliamone

  • LGBT+ cosa vuol dire

I gruppi -6/8 partecipanti:

  • incontri serali di 2 ore ciascuno con frequenza quindicinale e/o  

  • incontri sabato mattina di 2 ore ciascuno

Il mito narra che Armonia nasce dagli amori di Marte e di Venere. 

I suoi fratelli si chiamano Terrore e Spavento. 

L’armonia, figlia dell’incontro tra la dea della bellezza e il dio della guerra, è anche sorella del terrore e dello spavento.

Saperne di più

L’adolescenza è diventata un processo che inizia sempre prima e finisce sempre dopo. Né carne, né pesce: un’età di ribellioni furibonde e iniziative entusiastiche alternate a dipendenza, rifiuto e apatia. Sono tempi difficili oggi, in bilico tra storie di bullismo e di “malascuola”.

Saperne di più

A questo fa da contrappunto l’influenza dei media, condita da facili ricette che stimolano gli adolescenti a “consumare” identità diverse: vestiti, divertimenti, alimentazione, stili di vita, social network. È quindi frequente che i genitori vivano momenti di difficoltà e crisi del proprio ruolo, sentimenti di inadeguatezza, e senso di solitudine circa le decisioni da prendere coi propri figli per sostenerne la crescita e i cambiamenti: del corpo, del modo di comunicare e di socializzare.

Genitori, parliamone insieme. Il riconoscimento delle emozioni suscitate dal conflitto quotidiano in famiglia, diventa risorsa preziosa per gestire i contrasti: terreno sorgivo su cui far ri-nascere una relazione autentica coi figli, nel segno di un reciproco ben-essere.

LGBT +

Cosa vuol dire

La diagnosi di omosessualità è stata eliminata nel 1973 dal “Manuale Statistico e Diagnostico delle Malattie Mentali” e per la comunità scientifica l’omosessualità non è una patologia. 

Quello che va prevenuto è il disagio che può nascere dallo stigma sociale -omofobia interiorizzata- con un ascolto libero da pregiudizi sulle tematiche relative alla omosessualità, tra le quali la genitorialità. 

Incontriamoci in colloqui individuali, gruppi tematici e formazione su identità di genere e sessualità - orientamenti non maggioritari - nuove soggettività.

Giuditta Pieti, psicoanalista, Milano, studiOrienta  -p.Iva 03437790136 - © 2013 All Rights Reserved 

Il sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per rendere migliore la navigazione e per fornire le funzionalità di condivisione sui social network. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo leggi l’informativa. Proseguendo nella navigazione presti il consenso all’uso di tutti i cookie.